Il disegno di Mirko Vucetich. Quando la grafite traccia l’anima

Sto caricando la mappa ....

Data/Ora
Date(s) - 28/04/2018 - 15/07/2018
Tutto il giorno

Location
Museo Vucetich

Categoria(e)


IL DISEGNO DI MIRKO VUCETICH
Quando la grafite traccia l’anima
Nel contesto della Biennale del Disegno Rimini 2018, giunta alla terza edizione, tra i partner di rete si segnala anche il Museo di Arte Povera a Sogliano al Rubicone, rinomato museo che ospita migliaia di pregiate opere d’arte prevalentemente tra fine ‘800 e primi ‘900 tratte dalla collezione Roberto Parenti.
Il museo dopo aver proposto esposizioni dal tema dell’Art Nouveau, Liberty e Art Déco, quest’anno dal 28 aprile al 15 luglio torna a far parlare di se con una rassegna originale e inedita per le opere dell’artista di origine dalmate Mario Mirko Vucetich (Bologna 1898 – Vicenza 1975). Il poliedrico artista alla Biennale di Venezia si è distinto in più occasioni nelle diverse annate come scultore vincendo premi per il ritratto tra bronzi e sculture in pietra.
La sua arte ha catturato l’attenzione anche dal Brooklyn Museum dove vi è esposta la scultura “Budda” realizzata in ebano. Le centinaia di carte antiche con i disegni di Mirko Vucetich ritrovate di recente dagli eredi, saranno esposte nell’ampia rassegna “Il disegno di Mirko Vucetich. Quando la grafite traccia l’anima” curata da Andrea Speziali (esperto di arte Liberty e studioso del presente artista) in due location: Museo di Arte Povera a Sogliano al Rubicone e Museo Vucetich al Castello di Marostica. Nella piazza adiacente alle mura trecentesche i primi giorni di settembre andrà in scena la famosa “Partita a Scacchi” pensata e prodotta da Vucetich nel 1955 e resa nota in tutto il mondo. Un’occasione unica per vivere un’esperienza a ritroso nel tempo in fantastici scenari tra Romagna e Veneto, conoscere da vicino un gigante del Novecento e approfondire più temi che spaziano dai manoscritti settecenteschi allo stile Art Nouveau ammirando le opere del collezionista Parenti all’interno del Museo di Arte Povera. La sensibilità di Roberto oltre a offrire l’ingresso libero permetterà al fruitore comune di toccare con “guanti bianchi” pregiate tavole di rara reperibilità e stampe a tiratura limitata.
Tutto in tema Disegno focalizzato al periodo del Novecento con ritratti, caricature, schizzi, bozzetti e illustrazioni anche tratte dal “Primo Libro delle Favole” di Carlo Emilio Gadda e qualche scultura di Mario Mirko Vucetich per conoscere il ritratto dalla carta alla materia.

Un anno prolifico che vede sorgere alla luce il tanto discusso “Museo Vucetich” sito tra Marostica e Riccione, fondato sulla base delle opere dell’artista Mario Mirko Vucetich rinvenute dal fondo degli eredi. Un “museo” che intende presentare al grande pubblico opere di un protagonista del Novecento, fondatore del Movimento Futurista Giuliano assieme a Sofronio Pocarini, dando possibilità al fruitore comune di osservare, toccare con mano i disegni, sculture e installazioni e vedere i film da lui realizzati.
Mirko Vucetich era noto per i ritratti e la grande opera della Partita a Scacchi con personaggi viventi della quale per la prima volta si potranno ammirare le veline con i disegni preparatori e le tavole con i campioni di tessuto per i costumi sempre rimasti al chiuso. Considerati i numerosi disegni presenti nel museo tra ritratti, caricature, pastelli futuristi, illustrazioni e grafiche di manifesti, il Museo Vucetich che si sviluppa tra due sedi, quella di Marostica che trova spazio nel prestigioso castello trecentesco e a Riccione – apertura prevista a ottobre – è partner di rete con la Biennale del Disegno Rimini.
Catalogo:  A. Speziali, “Mario Mirko Vucetich (1898 – 1975). Dal Futurismo al Novecento”, Cartacanta, Forlì 2018. – in corso di pubblicazione

Comunicato Locandina media ris mostra disegno Vucetich

Salva