A Milano lo “Spazio Espositivo Italia Liberty”

A Milano lo “Spazio Espositivo Italia Liberty”

L’associazione ITALIA LIBERTY, ente nazionale di promozione sociale concretizza un sogno tanto desiderato, aprire a Milano lo “Spazio Espositivo Italia Liberty” situato in via Aosta 17, proponendo al pubblico un ricco programma di eventi culturali, mostre, conferenze e workshop che animeranno la struttura dal 24 maggio in avanti con la prima rassegna fotografica: “Il Liberty. Una finestra sull’architettura”.
La location è stata inaugurata giovedì 23 maggio con un vernissage composto dalla stampa locale e nazionale in compagnia di storici e critici dell’arte di rilievo con cui intrapprendere un cammino.

Il nome scelto, Spazio Espositivo Italia Liberty, voluto dai soci fondatori: il presidente Andrea Speziali, Luigi Matteoni, Darko Perrone, Marisa Ballabio, Rosilla Gambini e Massimo Bianco racchiude il senso complessivo delle principali attività dell’associazione, incentrate sulla corrente artistica Art Nouveau.
Centro culturale gestito da ITALIA LIBERTY, fruibile tutti i giorni dell’anno, anche di propulsione delle eccellenze milanesi. Spazio Espositivo Italia Liberty si presenta come un luogo duttile e adattabile a diverse finalità: espositive, di progettazione e produzione culturale, di dibattito, di sostegno alla sapienza artigiana e di raccolta della memoria, costantemente divulgata attraverso il sito web: www.italialiberty.it

L’Associazione Italia Liberty nasce dall’ampia e appassionata partecipazione che si è sviluppata attorno a una serie iniziative che, negli ultimi anni, hanno riguardato la diffusione della conoscenza e la tutela del patrimonio Art Nouveau.
Prendendo lo spunto da questa esperienza, un gruppo di appassionati ha dato vita a Italia Liberty, che si propone di promuovere, oltre alle espressioni tipiche dell’Art Nouveau, una generale valorizzazione dei beni di interesse storico, del turismo culturale e tutte le iniziative che nei vari campi (editoria, formazione, ecc..) abbiano al loro centro l’arte e la cultura. Italia Liberty non ha scopo di lucro e vuole essere snodo di un network attorno al quale le persone interessate al patrimonio artistico e culturale, di ogni età e formazione, possano riunirsi per condividere informazioni ed esperienze, dare vita a iniziative, accedere in maniera facilitata e in più occasioni gratuitamente a eventi (mostre, visite guidate, convegni, workshop , ecc…). L’adesione a Italia Liberty è quindi aperta a tutti gli appassionati ne facciano richiesta.

ALCUNE MOSTRE IN AGENDA

1) “Il Liberty. Una finestra sull’architettura” vernissage 24 maggio

L’associazione ITALIA LIBERTY assieme al team Architettura del 900 in Italia ha pensato nello scenario dell’Arch Week milanese a una mostra fotografica e documentaria “Il Liberty. Una finestra sull’architettura” votata a celebrare l’Art Nouveau. Il curatore della kermesse, Andrea Speziali propone un percorso di circa venti suggestive fotografie prodotte dal giovane fotografo Luigi Matteoni che evidenziano il panorama dell’architettura Liberty in Italia con l’obiettivo di promuovere e valorizzare le grandi opere Liberty presenti a Milano. Tema sul quale è stata fondata l’associazione ente promozione sociale Italia Liberty: Promozione dell’Architettura, le Arti e l’Artigianato in tutte le sue espressioni, la cultura, le tradizioni e, in generale, la protezione e la valorizzazione degli edifici otto-novecenteschi, ma anche proteggere, abbellire, rendere visibile il contesto culturale artistico contemporaneo: letterario, estetico, musicale e promuovere l’inserimento dell’Art Nouveau italiana nel contesto internazionale.
L’occasione di questa rassegna intende essere un punto di incontro temporaneo, di scambio e divulgazione tra gli amanti di questa corrente artistica e della cultura generale. L’esposizione intende, quindi, anche affascinare il fruitore comune di ogni ordine e grado avvicinandolo alla grande bellezza dell’architettura di fine ‘800 e inizio ‘900 in Italia.

Perle Liberty in mostra. Saranno presenti anche i progetti di villini acquerellati e progettati dell’architetto Augusto Cavazzoni.

Con il termine Art Nouveau si intende un vasto movimento artistico che, tra fine Ottocento ed inizi Novecento, interessò soprattutto l’architettura e le arti applicate. Il fenomeno prese nomi diversi a seconda delle nazioni in cui sorse. In Italia ebbe inizialmente il nome di Floreale o Liberty. Nacque dal rifiuto degli stili storici del passato che nell’architettura di quegli anni fornivano gli elementi di morfologia progettuale. Il Liberty cercò invece ispirazione nella natura e nelle forme vegetali, creando uno stile nuovo, totalmente originale rispetto a quelli allora in voga. Caratteri distintivi del Liberty divennero l’accentuato linearismo e l’eleganza decorativa. Adottando le nuove tecniche di produzione industriale, ed i nuovi materiali quali il ferro, il vetro e il cemento, di fatto il Liberty giunse per la prima volta alla definizione di una nuova progettualità: quella progettualità che definiamo industrial design.

Ingresso libero
Spazio espositivo Italia Liberty | via Aosta 17, Milano
Da venerdi 24 a domenica 26 maggio 2019 dalle 15:00 alle 18:30.
Informazioni: M. 334 7746143 | luigimatteoni@italialiberty.it

 

2) “Sguardi. Il novecento rivisitato nel segno di Elio Pastore” vernissage 6 luglio

In seguito all’inaugurazione dello Spazio Espositivo Italia Liberty, a Milano in via Aosta 17, la location vede una nuova mostra in occasione della manifestazione internazionale Art Nouveau Week incentrata sull’oera dell’artista contemporaneo Elio Pastore.
In occasione di questa manifestazione lo spazio Italia Liberty accoglierà una esposizione personale del maestro intitolata “Sguardi. Il Novecento rivisitato nel segno di Elio Pastore”. Si tratterà di una serie di opere (dipinti a olio, disegni a matita e a carboncino) con ritratti femminili ispirati allo Stile Liberty. Pastore, che ha al suo attivo numerose personali e collettive sia in Italia che all’estero, ha iniziato il suo percorso artistico con l’arte digitale, ma negli anni più recenti si è riavvicinato all’utilizzo di tecniche più classiche, dando vita a opere di grande fascino e suggestione.

Elio Pastore
Laureato in giurisprudenza, per oltre trent’anni si è occupato di grafica e di comunicazione presso una grande azienda. Esordisce nel 1992 con opere di arte digitale e frattale. Successivamente realizza tecniche miste, incisioni laser su alluminio, e disegni e dipinti eseguiti con tecniche classiche. Negli ultimi anni ha realizzato un ciclo di ritratti e figure femminili ad olio e a matita, legati al periodo Liberty e alla Belle Epoque, ed una serie di opere digitali chiamata “Moving people” e dedicata alla spersonalizzazione dell’individuo nel contesto odierno. Espone dal 1994 ed ha al suo attivo oltre 130 mostre fra personali e collettive, in gallerie e centri culturali in Italia e all’estero.


Condividi!
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Invia commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*